Riceviamo e pubblichiamo:

“Grazie alla tenacia di oltre 600 cittadini crotonesi che oltre tre anni fa ci diedero mandato per promuovere un giudizio a tutt’oggi in corso finalizzato ad ottenere l’annullamento dei provvedimenti ministeriali che sancirono l’approvazione della bonifica del sito dell’area “ex Pertusola”, siamo venuti a conoscenza, nell’assordante silenzio che ha caratterizzato tale notizia, dell’intervenuta comunicazione, a tutte le amministrazioni competenti, dell’approvazione di un nuovo decreto ministeriale che, in buona sostanza, sostituisce il piano operativo di bonifica di quell’area, decretando irrimediabilmente la “sepoltura” dei veleni con grave rischio per la salute pubblica.

L’obiettivo questa volta è quindi ancora più grande ed ambizioso: proseguire nella battaglia intrapresa attraverso nuovi strumenti contenziosi finalizzati a sostenere un’azione collettiva in favore dei cittadini crotonesi.

Una battaglia che intendiamo sostenere ed amplificare ai fini del perseguimento di un obiettivo comune: quello della realizzazione di una vera bonifica industriale.

Per questo motivo e per questa sfida abbiamo chiesto l’impegno professionale di tre avvocati amministrativisti del territorio i quali sosterranno encomiabilmente la difesa dei cittadini crotonesi a titolo gratuito: all’avvocato Sandro Cretella che già patrocinò gli aderenti alla prima azione contenziosa e che ha confermato l’intenzione di proseguire l’attività di difesa, si aggiungono gli avvocati Antonello Irtuso e Gaetano Liperoti.

Al fine di illustrare i contenuti del ricorso in via di definizione ed i termini e modalità di adesione alle azioni giudiziarie, si invita tutta la stampa a partecipare all’incontro pubblico che si terrà il prossimo sabato 13.06.2020 alle ore 10:30 presso la sede del CNA di Crotone, in Via Firenze n. 34″.

Il Presidente del comitato “Colline dei Veleni”

Vincenzo Voce



Source link